Liturgia: Gruppo Liturgico - Parrocchia di San Bartolomeo in Pantano - Pistoia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Liturgia: Gruppo Liturgico

ATTIVITA'

Il Gruppo Liturgico parrocchiale (GLP) promuove la partecipazione e organizza la vita liturgia della comunità.

Ha lo scopo di coordinare e armonizzare le diverse presenze ministeriali che interagiscono nelle celebrazioni.

Inoltre si coordina con la catechesi e la caritas parrocchiale affinchè le celebrazioni liturgiche non siano un momento isolato dell'esperienza cristiana, ma fonte e culmine del cammino di fede e della testimonianza della carità.

Attraverso la Parola di Dio, proclamata, celebrata e vissuta, la comunità cristiana è invitata a vivere il mistero di Cristo e ad entrare in un cammino di "rivelazione" in cui ogni fedele è coinvolto nella storia della salvezza fino a Cristo che si fa Parola "incarnata" per l'uomo.

Le attività che un gruppo liturgico parrocchiale deve svolgere possono essere riepilogate attraverso 5 verbi: studiare, osservare, riflettere, programmare e verificare.

1)
Studiare - Senza una formazione liturgica di base, un GLP non potrà mai svolgere con competenza la propria missione.

2)
Osservare - Un compito specifico del GLP è quello di essere attento osservatore dell'assemblea. Prima di rendere il proprio servizio alla comunità, bisogna conoscerne la composizione, la cultura, la disponibilità o la difficoltà al coinvolgimento.

3) Riflettere - Ciò che si apprende attraverso lo studio e ciò che emerge dall'osservazione delle assemblee deve condurre i componenti del GLP a riflettere insieme. Si tratta di una riflessione matura, che on si lascia condurre da impressioni personali, ma si attua invece in un dialogo comune, che conduce a scelte celebrative davvero utili e non dettate solo dal desiderio di novità.

4)
Programmare - Un primo impegno è quello della programmazione annuale. Il GLP deve stilare un piano di lavoro che evidenzi le scelte che caratterizzeranno le celebrazioni di tutto l'anno. E' bene prevedere anche una programmazione periodica in prossimità dei tempi più significativi dell'anno liturgico (Avvento-Natale-Quaresima-Pasqua).

5)
Verificare - Come la programmazione, anche la verifica dovrà essere annuale, periodica e settimanale. Verificare significa letteralmente "fare la verità" su come sono state realizzate le celebrazioni e sulla loro efficacia reale. La verifica è frutto di ulteriore osservazione e di ascolto dei membri dell'assemblea.
Da una verifica seria sempre scaturisce l'esigenza di nuovo studio, di ulteriore riflessione e di più appropriata programmazione.

COMPONENTI DEL GRUPPO LITURGICO

In via di definizione

Torna ai contenuti | Torna al menu